1. Trattamento ortodontico intercettivo ed ortodonzia funzionale del bambino
  2. Trattamento ortodontico dell’adulto
  3. Trattamento ortodontico - chirurgico dell’adulto

L'ortognatodonzia si occupa della prevenzione e del trattamento delle malocclusioni dentali e dento-scheletriche, ponendosi come fine il mantenimento nel tempo di un adeguato rapporto fra le arcate dentarie ed una corretta posizione degli elementi dentali. Al concetto di ripristino funzionale della masticazione viene associato un beneficio estetico, ricercando un bel sorriso ed un profilo armonico nel volto del paziente. Nei casi che lo richiedano il trattamento può essere chirurgicamente assistito, riducendo significativamente i tempi necessari allo spostamento dentale.

 

ORTODONZIA TRADIZIONALE

Ortodonzia Colorata

Si tratta di una ortodonzia fissa metallica. Gli attacchi si possono personalizzare nei colori preferiti, magari quelli della propria squadra del cuore.

Ortodonzia Autolegante

Questo tipo di ortodonzia determina una riduzione del tempo totale di trattamento e facilita la pulizia in quanto l’accumulo di residui alimentari è minore.Per un risultato estetico ottimale si possono scegliere i brackets autoleganti in ceramica.

Ortodonzia con Brackets Estetici

Al posto dei normali brackets metallici è possibile scegliere brackets in ceramica o trasparenti. Si adattano al colore dei denti risultando praticamente invisibili. Il massimo della resa funzionare ed estetica insieme.

 

L'ortodonzia intercettiva ha lo scopo di correggere disarmonie prevalentemente di natura scheletrica che, se non trattate tempestivamente, possono aggravarsi nel corso del tempo. I principali obiettivi di tale terapia sono rappresentati da: normalizzare la crescita scheletrica, favorire l'eruzione di tutti i denti permanenti ed eliminare eventuali abitudini viziate.
Questa fase di trattamento viene di norma condotta ad un età compresa tra 6 e 9 anni ed ha una durata limitata (intorno ad 1 anno); successivamente viene seguita da una fase di monitoraggio con controlli periodici.
Uno degli apparecchi più comuni in questa fase è l'espansore rapido del palato, usato nei casi di palato stretto. Questa condizione è spesso associata all'abitudine di respirare con la bocca invece che con il naso, al russamento e alle apnee notturne, e a tutte quelle condizioni che ostacolano la normale respirazione, come ipertrofie adenoidee, tonsillari e riniti allergiche.
L'espansore permette di migliorare la funzione respiratoria ripristinando un adeguato sviluppo della mascella e della mandibola.

Espansore rapido del palato