1° caso

Il paziente si presenta nel nostro studio dopo diverse esperienze odontoiatriche precedentemente fallite.
Si sono verificate importanti infiltrazioni, continue fratture dei restauri protesici ed infiammazione gengivale diffusa.
Caso complesso dal punto di vista estetico-funzionale, riabilitato protesicamente su denti naturali ed impianti.
Grazie ad un team consolidato, ai nuovi materiali e alle nuove tecniche è stato possibile ristabilire sia una adeguata funzione masticatoria e stabilità occlusale sia l’integrazione biologica dei restauri protesici con i tessuti molli che hanno conferito un aspetto molto naturale dei restauri realizzati.

 

Prima 
Dopo 

 

Approfondisci in un click

2° caso

Infiltrazione degli incisivi arcata superiore,accompagnata da mobilità di grado 2 del ponte già esistente.
Riassorbimento osseo vestibolare con esposizione di diverse spire dell'impianto in sede 12.
Restauri protesici incongrui sia dal punto di vista funzionale che estetico.
Risolto il caso clinico con 4 impianti anteriori post- estrattivi a carico immediato e rimozione dell'impianto in sede 12, lasciando in sede gli impianti dei settori posteriori.
Riabilitazione protesica con ponte arcata superiore di 12 elementi in zirconio-ceramica.

Prima
Dopo

 

Approfondisci in un click

Approfondisci guardando il filmato